Eugenia Romanelli
2 minuti

Voodoo Bar, il locale dell’estate 2019

Inutile dirlo, si respira aria di magia. Il Voodoo Bar, questa estate, ha raggiunto il suo acme, e davvero sta dando il meglio. Ve lo consigliamo per una cena insolita, stravagante, multietnica, appunto, “magica”.

Nel suo parco incantato, tra riti, fuochi, musiche ancestrali e danze antiche, il potere del Voodoo si trasfonde con benevolenza tra gli ospiti, creando un’atmosfera davvero suggestiva. Sono passati tre anni da quando, per la prima volta, questo cocktail bar e ristorante ha condiviso con la città eterna che lo ospita i suoi segreti e la sua conoscenza, i suoi rituali, e adesso, ogni giorno dalle 18, le porte del paradiso sono aperte a tutti, con ingresso libero.

Il Voodoo Bar si trova all’interno del The Sanctuary Eco Retreat, via delle Terme di Traiano 4/a: si tratta di un bar temporaneo con piatti tropicali, street food, drink dal sapore caraibico, riti tribali e sessioni di yoga e meditazione. Novità di questa estate è il villaggio dedicato allo street food, con dieci gli stand presenti, in collaborazione con il Monti Food Market: sushi, poke bowls, cartocci di fritti, hamburger, crepe, gelato, cremolato e pizza.

Chi si diverte a uscire dalla propria zona di comfort e abbandonarsi ad avventure o esplorazioni è nel luogo giusto: siamo in un’area di 200 metri quadrati che trasforma Roma in un mondo mistico immerso nel verde di Colle Oppio a due passi dal Rione Monti costellato di luci soffuse, canti, incenso, con un menù che propone le cucine di tutto il mondo in un grande abbraccio planetario. Si può ordinare la propria cena scegliendo tra i continenti: Sud America, Asia, Europa, Africa. Si spazia da ceviche e fajita a sashimi, tataki e ramen passando per falafel, hummus e tartare, tutto rigorosamente firmato dallo chef Mario di Maio.

Un luogo di incontro, si può fare un aperitivo etnico, cenare, meditare, abbandonarsi alle ritualità sciamaniche oppure gustarsi il fresco e fare nuovi incontri, magari assistendo a un concerto live: uno spazio suddiviso in tante aree tematiche, dal giardino al Tropical Restaurant, dal Carribean Bar alla sezione street food, fino all’area healing con trattamenti shiatsu o olistici, sessioni di yoga, etc, fino al market, con gli artigiani e i fashion designer indipendenti.

Non perdetevi gli spettacoli di incantatori di serpenti, i mentalisti e le danze tribali, mi raccomando, e poi scatenatevi con i dj set dalle 23 in poi

Voodoo Bar- The Sancutuary Pagina Facebook

 

 

Eugenia Romanelli

Segno zodiacale Pesci, vino preferito Ronco delle Mele, vive a Roma. Irriverente, eccentrica, informale, si ispira al maître à penser Anais Nin. Buddista Nichiren, la sua gioia è l’allenamento costante nell’arte di vivere, e la sua palestra privata sono la sua famiglia e le relazioni multiple e complesse che accendono le sue giornate. Dopo aver diretto la versione italiana della rivista internazionale Time Out, fondato e diretto il magazine Bazarweb.info coedito da Rai Eri e La Stampa, fondato e diretto il primo inserto culturale de Il Fatto Quotidiano "SmarTime", creato il canale Ansa Viaggi, attualmente scrive per Vanity Fair, è blogger per L'Espresso e Il Fatto Quotidiano, ed è autore Treccani. Tra le docenze, a Roma ha insegnato giornalismo, scrittura creativa e new media a La Sapienza, all’Accademia d'Arte Dramatica Silvio D'Amico e alla Luiss Guido carli, fondando il Master in “Nuovi giornalismi e blogging” al Centro Sperimentale di Fotografia Ansel Adams; a Firenze ha insegnato business writing alla Scuola di Scienze Aziendali di Firenze e all'Università di Firenze ha direttore del laboratorio “Advanced Communication” (progetto Nemech); per l’Ordine dei Giornalisti organizza corsi di aggiornalemnto sul tema della privacy. Come Amministratore Unico dell'agenzia di comunicazione ACT!, premiata nel 2005 dalla Regione Lazio come "Migliore impresa creativa", ha vinto il premio DONNAèWEB del Premio Web Italia patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero per l'innovazione e le tecnologie per aver creato il miglior sito dell'anno, per l’ideazione del primo Cultural Brand italiano e per avere fondato la prima galleria d'arte contemporanea digitale italiana. Tra le sue pubblicazioni, saggi e romanzi con Giunti, Rizzoli, DeA, Rai Eri, etc. Nel team TGH è entrata grazie alla passione per i viaggi: anche per lei viaggiare è la forma più profonda di conoscenza della vita e la via più diretta al contatto autentico con le proprie emozioni. Creatrice del TGH Pink Shot, il suo obiettivo segreto è alzare la temperatura emotiva di tutto il progetto.

 

Condividi questo articolo