Eugenia Romanelli
2 minuti

VI Fiera Internazionale della Canapa: a Roma arriva CANAPA MUNDI, tra le più grandi d’Europa

“Abbiamo particolarmente a cuore le piccole e medie realtà impegnate nella realizzazione di prodotti artigianali interessantissimi. Per questo, nonostante Canapa Mundi sia una Fiera in rapida crescita, molto ambita in termini di partecipazione, abbiamo scelto di continuare a riservare particolare attenzione alla filiera della canapa industriale, anche e soprattutto mantenendo calmierati i costi di partecipazione per le aziende Hemp Industry. Ci piace ripeterci in questa forma di sostegno”, dichiarano gli organizzatori di Canapa Mundi.

Dal 21 al 23 febbraio arriva nella capitale (Fiera di Roma, ingresso EST) la VI edizione di una delle fiere più grandi d’Europa, la Fiera Internazionale della Canapa. Saranno oltre 50 gli eventi tra market, mostre, cibo e spettacoli tra sostenibilità e benessere, artigianato e nuove tecnologie, gastronomia, legalità, nutraceutica, medicina e biobonifica. Undici mila mq, 250 espositori da tutto il mondo, insomma un’orgia di piacere per gli appassionati.

Finalmente una possibilità per conoscere da vicino i differenti utilizzi della canapa e il valore potenziale di una pianta “generosa” il cui uso polivalente è più tradizione all’italiana di quanto si pensi. L’immersione di tre giorni con veri e propri percorsi tematici tra artigianato e start up, benessere e gastronomia, nuove frontiere e divertimento, interesserà il mondo dell’imprenditoria ma anche intenditori e famiglie (fantastica l’area bimbi).

Due i percorsi tematici: il “grow-head-seed-cannabis light”, con realtà da tutto il mondo specializzate in sistemi altamente tecnologici di coltivazione indoor e outdoore, e l’“Hemp Industry”, con protagonisti i nuovi utilizzi quotidiani dal cibo alla cosmesi, dalla nutraceutica all’edilizia. Insomma, si spazierà dai prodotti alimentari a base di canapa (pasta, farine, birra, olio, pizza, dolciumi), ai cosmetici naturali e i saponi (i prodotti di erboristeria e nutraceutica), fino ai lavorati tessili o ai componenti bioedili. 

Anche quest’anno Canapa Mundi ospiterà il Museo della Canapa dove sarà possibile ammirare gli oggetti che legano indissolubilmente la nostra storia a questa straordinaria pianta. Ma il vero happening è la Conferenza Annuale sulla Canapa, con accademici da tutta Italia che parleranno dei propri ambiti tra cui nuove tecnologie e utilizzi, sostenibilità e nuove frontiere – ma anche legalità, nutraceutica, medicina e bio bonifica, una panoramica sulla legislazione vigente in materia, in Italia e in Europa. Un evento che chiama a raccolta media e addetti ai lavori, medici e scienziati, insieme agli artisti e agli artigiani, che hanno scelto la canapa come risorsa versatile e polifunzionale, facendone il perno della propria attività e del proprio reddito.

Tra gli appuntamenti, anche tanti workshop per divertirsi a scoprire la pianta, per conoscerla e manipolarla, o ammirare le creazioni realizzate dagli artisti ospiti: “Il mondo della canapa. I suoi mille utilizzi”, “Coltivazione biologica di canapa”, “Disegno su carta di canapa”, “Gioielli in canapa” e “Laboratorio di intreccio”

Info: www.canapamundi.com

 

 

Eugenia Romanelli

Segno zodiacale Pesci, vino preferito Ronco delle Mele, vive a Roma. Irriverente, eccentrica, informale, si ispira al maître à penser Anais Nin. Buddista Nichiren, la sua gioia è l’allenamento costante nell’arte di vivere, e la sua palestra privata sono la sua famiglia e le relazioni multiple e complesse che accendono le sue giornate. Dopo aver diretto la versione italiana della rivista internazionale Time Out, fondato e diretto il magazine Bazarweb.info coedito da Rai Eri e La Stampa, fondato e diretto il primo inserto culturale de Il Fatto Quotidiano "SmarTime", creato il canale Ansa Viaggi, attualmente scrive per Vanity Fair, è blogger per L'Espresso e Il Fatto Quotidiano, ed è autore Treccani. Tra le docenze, a Roma ha insegnato giornalismo, scrittura creativa e new media a La Sapienza, all’Accademia d'Arte Dramatica Silvio D'Amico e alla Luiss Guido carli, fondando il Master in “Nuovi giornalismi e blogging” al Centro Sperimentale di Fotografia Ansel Adams; a Firenze ha insegnato business writing alla Scuola di Scienze Aziendali di Firenze e all'Università di Firenze ha direttore del laboratorio “Advanced Communication” (progetto Nemech); per l’Ordine dei Giornalisti organizza corsi di aggiornalemnto sul tema della privacy. Come Amministratore Unico dell'agenzia di comunicazione ACT!, premiata nel 2005 dalla Regione Lazio come "Migliore impresa creativa", ha vinto il premio DONNAèWEB del Premio Web Italia patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero per l'innovazione e le tecnologie per aver creato il miglior sito dell'anno, per l’ideazione del primo Cultural Brand italiano e per avere fondato la prima galleria d'arte contemporanea digitale italiana. Tra le sue pubblicazioni, saggi e romanzi con Giunti, Rizzoli, DeA, Rai Eri, etc. Nel team TGH è entrata grazie alla passione per i viaggi: anche per lei viaggiare è la forma più profonda di conoscenza della vita e la via più diretta al contatto autentico con le proprie emozioni. Creatrice del TGH Pink Shot, il suo obiettivo segreto è alzare la temperatura emotiva di tutto il progetto.

 

Condividi questo articolo