Eugenia Romanelli
2 minuti

Moduli Lunari: l’incontro tra arte e scienza per Art City 2019

Moduli Lunari​, incontro tra scienza e arte per festeggiare e riflettere a ​Cinquant’anni dallo sbarco sulla Luna, si articolerà in diversi  ​luoghi del Lazio​, da Bassano Romano a Caprarola. Ben ​otto incontri – curati da ​Graziano Graziani – per raccontare il rapporto dell’essere umano con il suo satellite da quel fatidico incontro del 20 luglio 1969. Il percorso fa parte di ​ArtCity​, manifestazione culturale realizzata dal ​Polo Museale del Lazio​, l’Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali che gestisce quarantasei musei e luoghi della cultura di Roma e del Lazio.

Diciamolo, però, l’umanità la Luna l’ha sempre sognata, fin dall’antichità. Ed è per questo che Moduli Lunari celebra un rapporto d’amore lungo quanto lunga è l’umanità, da sempre a naso in sù a parlare alla sfera gialla. Attraverso la letteratura, la poesia, la scienza, il teatro, il cinema, o attraverso testimonianze di astronauti e racconti degli scrittori e dei poeti. Ecco cos’è Moduli Lunari, una vera e propria manifestazione nella manifestazione, con appuntamenti trasversali tra le varie discipline e con contenuti ibridi.

Ad aprire il ciclo, una voce unica del panorama italiano, lo scrittore e sceneggiatore, ​Ermanno Cavazzoni che ha collaborato con Federico Fellini: a ​Villa Giustiniani (Bassano Romano) ci racconterà ​“La voce della Luna” e il “Poema ​dei lunatici” ricordando il grande Maestro del cinema.

L’11 luglio, ci si sposta a Caprarola nella splendida cornice di Palazzo Farnese​, con lo scrittore ​Emanuele Trevi ​alle prese con una delle scene più fantasiose dell’Orlando Furioso, ​Astolfo sulla Luna. Il 18 luglio al Museo Andersen, ​Andrea Cortellessa racconta la Luna in poesia e le reazioni delle avanguardie artistiche di fronte all’Allunaggio. Si prosegue a Civita Castellana, il 2 agosto alle 19, con il libro di Patrizia Caraveo, ​astrofisica di fama mondiale , “Conquistati dalla Luna” e, ​a seguire, alle ore 21, ​Valerio Mattioli tra musica e racconto, sulle teorie cospirazioniste sulla corsa alle stelle.

Venerdì 23 agosto, poi, alla ore 21, serasta al Museo delle Navi romane, a Nemi​, con ​i segreti del nostro satellite raccontati da un astronauta, ​Umberto Guidoni, ​il primo europeo a visitare la Stazione Spaziale Internazionale. Loredana Lipperini ​il 30 agosto al Museo archeologico nazionale di Palestrina racconterà invece i viaggi verso la luna in letteratura, da Luciano di Samostata a Jules Verne.

Chiude la rassegna lo spettacolo di uno dei più stra-lunati e intelligenti interpreti della scena teatrale contemporanea, ​Andrea Cosentino, con un cabaret postmoderno, comico, poetico, emozionante, al ​Museo Nazionale Etrusco Rocca Albornoz di Viterbo, il 5 settembre alle ore 21: prendendo spunto dall’allunaggio, in scena una storia impossibile, che si rifiuta di farsi spettacolo; un buco nero dove collassano la morte di Kubrik e le teorie del complotto sull’allunaggio, un alieno viterbese e il racconto di Pimpa e la Luna, attraversando una storia emozionante che ha per protagonista una bambina e che fa tornare un po’ bambini anche noi.

Ingresso gratuito nei musei ad ingresso libero;

ingresso agevolato €2,00 in tutti gli altri musei.

Per maggiori informazioni ​www.art-city.it

 

Eugenia Romanelli

Segno zodiacale Pesci, vino preferito Ronco delle Mele, vive a Roma. Irriverente, eccentrica, informale, si ispira al maître à penser Anais Nin. Buddista Nichiren, la sua gioia è l’allenamento costante nell’arte di vivere, e la sua palestra privata sono la sua famiglia e le relazioni multiple e complesse che accendono le sue giornate. Dopo aver diretto la versione italiana della rivista internazionale Time Out, fondato e diretto il magazine Bazarweb.info coedito da Rai Eri e La Stampa, fondato e diretto il primo inserto culturale de Il Fatto Quotidiano "SmarTime", creato il canale Ansa Viaggi, attualmente scrive per Vanity Fair, è blogger per L'Espresso e Il Fatto Quotidiano, ed è autore Treccani. Tra le docenze, a Roma ha insegnato giornalismo, scrittura creativa e new media a La Sapienza, all’Accademia d'Arte Dramatica Silvio D'Amico e alla Luiss Guido carli, fondando il Master in “Nuovi giornalismi e blogging” al Centro Sperimentale di Fotografia Ansel Adams; a Firenze ha insegnato business writing alla Scuola di Scienze Aziendali di Firenze e all'Università di Firenze ha direttore del laboratorio “Advanced Communication” (progetto Nemech); per l’Ordine dei Giornalisti organizza corsi di aggiornalemnto sul tema della privacy. Come Amministratore Unico dell'agenzia di comunicazione ACT!, premiata nel 2005 dalla Regione Lazio come "Migliore impresa creativa", ha vinto il premio DONNAèWEB del Premio Web Italia patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero per l'innovazione e le tecnologie per aver creato il miglior sito dell'anno, per l’ideazione del primo Cultural Brand italiano e per avere fondato la prima galleria d'arte contemporanea digitale italiana. Tra le sue pubblicazioni, saggi e romanzi con Giunti, Rizzoli, DeA, Rai Eri, etc. Nel team TGH è entrata grazie alla passione per i viaggi: anche per lei viaggiare è la forma più profonda di conoscenza della vita e la via più diretta al contatto autentico con le proprie emozioni. Creatrice del TGH Pink Shot, il suo obiettivo segreto è alzare la temperatura emotiva di tutto il progetto.

 

Condividi questo articolo