Eugenia Romanelli
2 minuti

Frammenti di attualità a Cori: l’arte per affrontare tematiche difficili

A due passi da Roma, a Cori, in provincia di Latina, va in scena l’undicesima edizione di un festival che ha il grande pregio di affrontare temi complessi dell’attualità nostrana e internazionale attraverso i linguaggi dell’arte, in particolare il teatro, preliminare emotivo a grande impatto emozionale per poi riflettere insieme nei dibattiti a seguire.

Vale la pena, è una promessa, tenersi liberi il 25, 27 e 29 agosto e raggiungere la suggestiva piazza rinascimentale di Sant’Oliva a Cori: il giornalista Michele Cucuzza modererà tutti gli interventi e creerà un climax emozionante aprendo il pensiero su nuovi scenari pensabili di grande spessore culturale.

L’evento si aprirà il 25 agosto con l’atto unico di Luigi Pirandello ‘La morsa’, diretto da Federico Vigorito con Valerio Camelin, Camillo Ciorciaro, Enrica Costantini e Roberta Azzarone, che sarà seguito dalla tavola rotonda ‘Violenza sulle donne: si può fare di più?’. Ad affrontare il dibattito saranno Antonella Capalbi, antropologa e autrice del libro ‘Cinquanta sfumature e Millennium: modelli di donne tra letteratura e media’, Margherita Carlini, psicologa e criminologa esperta in materia di violenza sulle donne e Adriana Pannitteri, giornalista del TG1 e scrittrice. Insieme alle esperte ci sarà anche Filomena Lamberti, vittima di violenza che da anni racconta la sua storia.

Durante la seconda serata, il 27 agosto, sarà invece proposto lo spettacolo ‘Estasi culinarie‘, reading dall’omonimo romanzo, interprete Marco Marelli e musiche del M° Gianni Mirizzi, a cui farà seguito il dibattito ‘Mangiare sano: dovere o piacere?‘. A discutere di alimentazione saranno il farmacista e dietologo Alberico Lemme, la biologa nutrizionista Elisa Bisicchia e Carlo Cambi, giornalista e autore televisivo e radiofonico.

Il terzo e ultimo appuntamento del 29 agosto si aprirà con l’atto unico di Luigi Pirandello ‘Uno, nessuno e centomila‘, diretto da Federico Vigorito con Camillo Ciorciaro, Roberta Azzarone, Enrica Costantini e Valerio Camelin, seguito poi dalla discussione relativa alla tematica ‘Doppia personalità: è sempre pericolosa?’. Ne parleranno Roberta Bruzzone, criminologa investigativa, psicologa forense e opinionista televisiva, lo psichiatra Gabriele Sani, attualmente ricercatore presso La Sapienza di Roma, Maria Malucelli, psicoterapeuta e docente di psicologia clinica per la Fondazione Fatebenefratelli e l’antropologa e docente universitaria Silvia Lelli.

Info: https://frammenti.net/

 

Eugenia Romanelli

Segno zodiacale Pesci, vino preferito Ronco delle Mele, vive a Roma. Irriverente, eccentrica, informale, si ispira al maître à penser Anais Nin. Buddista Nichiren, la sua gioia è l’allenamento costante nell’arte di vivere, e la sua palestra privata sono la sua famiglia e le relazioni multiple e complesse che accendono le sue giornate. Dopo aver diretto la versione italiana della rivista internazionale Time Out, fondato e diretto il magazine Bazarweb.info coedito da Rai Eri e La Stampa, fondato e diretto il primo inserto culturale de Il Fatto Quotidiano "SmarTime", creato il canale Ansa Viaggi, attualmente scrive per Vanity Fair, è blogger per L'Espresso e Il Fatto Quotidiano, ed è autore Treccani. Tra le docenze, a Roma ha insegnato giornalismo, scrittura creativa e new media a La Sapienza, all’Accademia d'Arte Dramatica Silvio D'Amico e alla Luiss Guido carli, fondando il Master in “Nuovi giornalismi e blogging” al Centro Sperimentale di Fotografia Ansel Adams; a Firenze ha insegnato business writing alla Scuola di Scienze Aziendali di Firenze e all'Università di Firenze ha direttore del laboratorio “Advanced Communication” (progetto Nemech); per l’Ordine dei Giornalisti organizza corsi di aggiornalemnto sul tema della privacy. Come Amministratore Unico dell'agenzia di comunicazione ACT!, premiata nel 2005 dalla Regione Lazio come "Migliore impresa creativa", ha vinto il premio DONNAèWEB del Premio Web Italia patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero per l'innovazione e le tecnologie per aver creato il miglior sito dell'anno, per l’ideazione del primo Cultural Brand italiano e per avere fondato la prima galleria d'arte contemporanea digitale italiana. Tra le sue pubblicazioni, saggi e romanzi con Giunti, Rizzoli, DeA, Rai Eri, etc. Nel team TGH è entrata grazie alla passione per i viaggi: anche per lei viaggiare è la forma più profonda di conoscenza della vita e la via più diretta al contatto autentico con le proprie emozioni. Creatrice del TGH Pink Shot, il suo obiettivo segreto è alzare la temperatura emotiva di tutto il progetto.

 

Condividi questo articolo