Francesca Mazzotta
3 minuti

Arte, fiabe e impegno. Imparare divertendosi

Scoprire le bellezze dell’arte antica e rivelarle ai più piccoli. Questo si propone Capolavori Svelati, un viaggio avventuroso tra le sculture di marmo, i dipinti di luci e ombre e le imponenti architetture. I bambini e le famiglie avranno così l’opportunità di scoprire la collezione permanente delle Gallerie Nazionali di Arte Antica in Palazzo Barberini. Il programma, curato dalle Associazioni culturali Zebrart e Senza titolo e dal Dipartimento Educazione e Ricerca del museo, offre l’occasione di visite animate e laboratori didattici per i bambini dai 5 ai 12 anni.

La visita è strutturata come un viaggio itinerante e le attività proposte sono studiate in modo da stimolarne la partecipazione attiva. I bambini possono infatti divertirsi a rielaborare famosi ritratti, stemmi nobiliari e nature morte, grazie a laboratori, esperienze sensoriali e performative. Tutte le elaborazioni realizzate verranno poi raccolte in una personale “mappa” grafica che rimarrà come ricordo dell’esperienza di visita.

Fino al 31 marzo, tutte le domeniche, escluse le prime di ogni mese, alle ore 11.30. Per info costi e prenotazioni didattica@barberinicorsini.org

Sabato 30 marzo, alle ore 16 presso RomaTeatri, va in scena lo spettacolo per bambini “Gli orologi di Mastrotempo”, tratto dal libro “La tenda magica di zia Jolinda”, della compagnia teatrale Bolle Spaziali in collaborazione con il Tenda Magica Tour. Una tenda magica, ben nascosta in giardino, sarà capace di portare Ima e Vic, i nipoti di zia Jolinda, in cinque fantastici regni. In uno di questi, l’orologiaio è fuggito e i due bambini, con l’aiuto del prode Leo, dovranno ritrovarlo e convincerlo a tornare. Ambientata nelle lontane terre del Sultano, una fiaba dal sapore esotico che ci invita a riflettere sul valore del tempo.

Gli orologi di Mastrotempo, sabato 30 marzo ore 16, RomaTeatri, Via Gina Mazza 15 (Ponte Mammolo), Roma. Per info, costi e prenotazioni fate riferimento alla pagina facebook dell’organizzazione.

Fino al 31 marzo, al Teatro San Carlino a Villa Borghese, va in scena lo spettacolo di burattini “Il Mago di Oz”, ambientato vent’anni dopo la partenza di Dorothy dal Regno di Oz. La perfida strega dell’ovest, che si pensava fosse stata sconfitta da una secchiata d’acqua, è tornata in vita, e sta cercando dei bambini da tramutare in un esercito di servitori. Per catturarli ha bisogno però dell’aiuto del Mago di Oz, che inventerà uno strano gioco dell’oca per imprigionare i piccoli. Dorothy, venuta a conoscenza dei perfidi piani dei due, segue i viaggi di Oz nelle varie città, e proprio al Teatro San Carlino decide di interrompere l’ennesimo gioco, giocando una partita per salvare tutti i bambini scomparsi.

Per info, costi e prenotazioni visitate il sito del Teatro .

Extra: dal 29 al 31 marzo a Roma c’è “Unicef Generation”. Tre giorni per celebrare i diritti dell’infanzia a Piazza del Popolo. Cade quest’anno infatti il trentennale della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, approvata dall’Assemblea generale dell’ONU il 20 novembre 1989. Per accendere i riflettori sui diritti e il futuro dei bambini (e quindi di noi stessi), Unicef Italia organizza un evento che, dal pomeriggio di venerdì sino alle 13 di domenica, vedrà alternarsi rappresentanti delle istituzioni, opinion leader e giornalisti, personalità del mondo della cultura, della politica, dello spettacolo e dello sport. Oltre a dibattiti, tavole rotonde e presentazioni di libri, ci saranno anche proiezioni di film, laboratori creativi e spazi giochi riservati proprio ai più piccoli. La partecipazione è gratuita.

Per ulteriori informazioni visitate il sito di Unicef Italia.

 

Francesca Mazzotta

Con una Laurea in Scienze Politiche, un Master in Business Administration e una carriera in ambito Finance e Insurance, Francesca Mazzotta ha una doppia vita. Fanatica di giochi da tavolo (il marito è autore di boardgame e cardgame, che testano assieme ai molti amici gamer), giochi di ruolo, videogiochi, libri per bambini, fumetti, film e cartoni animati, serie TV e più in generale tutto quello che riguarda la cosiddetta cultura POP, dopo il lavoro e le due figlie, le notti sono dedicate ai suoi mondi fantastici, persa in avventure terribili e meravigliose in luoghi lontani nel tempo e nello spazio. Dopo aver gestito per anni l'organizzazione della ludoteca GiocaRoma, ha scritto per Videogame.it e Outcast.it. E’ fermamente convinta che il segreto di una vita felice stia nella capacità di conciliare il proprio percorso di crescita personale con la cura e la costante attenzione all'ascolto del proprio bambino interiore.

 

Condividi questo articolo