Valentina Cuppone
1 minuto

Al Bioparco di Roma per la salvaguardia delle tigri

Una giornata mondiale per festeggiare il felino più affascinate della Terra. Ma anche per sottolineare come sia necessario tutelare e salvaguardarne la specie. Già vittime dell’usura del loro habitat naturale, diventa necessario difenderle anche dal bracconaggio e dal commercio illegale. Il 29 luglio si festeggia il Tiger Day, giunto alla sua nona edizione. E al Bioparco di Roma, in occasione della ricorrenza, domenica 28, alle ore 12.00 e alle ore 15:00, si avrà l’occasione per conoscere meglio il meraviglioso mondo di questo elegante felino a strisce.

Una domenica diversa all’insegna della natura e del rispetto per gli animali. Per i vostri figli un’occasione diverte e istruttiva per vivere un incontro ravvicinato con uno degli animali più amati dai bambini. Per conoscere le loro abitudini e svelare qualche curiosità, sensibilizzando alla bellezza del mondo animale.

Due appuntamenti con lo staff zoologico del parco per capire come le tigri possono essere bianche, perché il loro pelo è striato, di cosa si nutrono, da cosa vanno difese e perché vanno tutelate. Inoltre, si potrà avere l’occasione di vedere la tigre di Sumatra di cui restano davvero pochi esemplari nel mondo, circa 400. Una di questa è ospitata proprio al Bioparco di Roma. Un’opportunità da non perdere, non solo per la bellezza dell’esemplare ma anche per conoscere l’impegno dell’ente nella tutela di queste specie ormai sempre più rare.

Divertimento consapevole.  Racconti, aneddoti, storie su Tila, Kasih e Gladio, le tigri che vivono nel parco. Insomma, tanti sono gli ingredienti che potranno attirare l’attenzione di grandi. Ma soprattutto dei piccoli che potranno un’avventura indimenticabile.

Per info visita il sito.

Insieme per le tigri, domenica 28 luglio, alle ore 12:00 e alle ore 15:00, Bioparco di Roma, Piazzale del Giardino Zoologico 1, Roma.

 

 

Valentina Cuppone

Classe 1982, dopo una laurea in Lettere Moderne si è specializzata in Comunicazione della cultura e dello spettacolo con una tesi sull’ibridazione dei linguaggi e sull’intermedialità nello spettacolo MDLSX di Motus, un assolo di Silvia Calderoni, ispirato al premio Pulitzer 2013 Middlesex di Jeffrey Eugenides, sulla costruzione dell’identità. Ha lavorato come supporto al segretario di redazione del “Giornale di Sicilia” scrivendo articoli per il ciclo “Eccellenze di Sicilia”, mirando a valorizzare ciò che di bello e positivo offre e si può costruire nella sua isola. Per coniugare i suoi interessi umanistici con i linguaggi e l’innovazione digitale, ha collaborazione con il quotidiano online ildigitale.it.

 

Condividi questo articolo