Eugenia Romanelli
2 minuti

A Castel Sant’Angelo arrivano i Traindeville

Trenta luglio blindato nelle vostre agende, ne vale la pena. A “Letture d’Estate”, la manifestazione artistica e culturale nei giardini del maestoso Castel Sant’Angelo, il 30 luglio andranno in scena Traindeville. Tutti pronti, dunque per un viaggio suggestivo su di un treno metropolitano che tocca le stazioni più colorate della musica etnica, dall’indie folk ai Balcani, da Roma al Flamenco passando per il klezmer, sulle ali del ritmo e della giocosità.

Stiamo parlando del duo che ha già battuto con enorme successo le strade del nostro Stivale ma anche degli Stati Uniti, della Germania, della Polonia e dell’India, raccogliendo dovunque gioia e partecipazione, anche grazie all’organizzazione di laboratori musicali con i bambini degli orfanotrofi e delle scuole dei paesi più poveri, in India e non solo.

A Roma se ne sente parlare da un po’: Paolo Camerini e Ludovica Valori, infatti, hanno calcato palchi importanti di molte manifestazioni, a cominciare dal Concertone del Primo Maggio ma anche in mercatini, presentazioni di libri e mostre artistiche e altre situazioni di strada e di festa.

Siamo in presenza di artisti provenienti dalle più varie esperienze musicali, dalla storica formazione gypsy-folk-rock Nuove Tribù Zulu alla tradizione romana rielaborata da Ardecore e BandaJorona, fino al klezmer del Dragan Trio, agli scatenati ottoni della street band Titubanda e alle collaborazioni con attori, giocolieri e danzatori: percorsi che si sono spesso intersecati creando nuove sonorità e affascinanti suggestioni narrative.

“Riescono a trasformare – dicono gli organizzatori di Castel Sant’Angelo – i generi musicali, eseguono canzoni originali ma anche omaggi a cantanti e tradizioni etniche”. La voce e la fisarmonica di Ludovica Valori, che si esibisce anche al pianoforte ed al trombone, insieme al contrabbasso di Paolo Camerini, ha dato vita a due CD: nel primo, “Shadows and lights”, il percorso artistico è arricchito di nuove sonorità, e bouzouki e violino, ukulele e chitarra acustica, sono più che capaci di impreziosire composizioni originali in italiano, inglese e spagnolo per un appassionante nuovo capitolo del viaggio dei due musicisti (il disco è stato incluso nella lista dei migliori dischi indipendenti usciti a Roma nel 2015 da Romasuona.it e nella lista dei 30 cd italiani indie segnalati dal MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti).

Il secondo disco, “Caffè Fortuna”, coprodotto tramite una campagna di crowdfunding e uscito a dicembre 2017, contiene dieci brani originali in italiano e inglese oltre a due brani tradizionali: consigliamo un ascolto molto concentrato dei brani “Maremma Amara” e il classico balcanico “Ajde Jano”.

Per maggiori informazioni: www.traindeville.com  –  www.facebook.com/traindeville

 

 

Eugenia Romanelli

Segno zodiacale Pesci, vino preferito Ronco delle Mele, vive a Roma. Irriverente, eccentrica, informale, si ispira al maître à penser Anais Nin. Buddista Nichiren, la sua gioia è l’allenamento costante nell’arte di vivere, e la sua palestra privata sono la sua famiglia e le relazioni multiple e complesse che accendono le sue giornate. Dopo aver diretto la versione italiana della rivista internazionale Time Out, fondato e diretto il magazine Bazarweb.info coedito da Rai Eri e La Stampa, fondato e diretto il primo inserto culturale de Il Fatto Quotidiano "SmarTime", creato il canale Ansa Viaggi, attualmente scrive per Vanity Fair, è blogger per L'Espresso e Il Fatto Quotidiano, ed è autore Treccani. Tra le docenze, a Roma ha insegnato giornalismo, scrittura creativa e new media a La Sapienza, all’Accademia d'Arte Dramatica Silvio D'Amico e alla Luiss Guido carli, fondando il Master in “Nuovi giornalismi e blogging” al Centro Sperimentale di Fotografia Ansel Adams; a Firenze ha insegnato business writing alla Scuola di Scienze Aziendali di Firenze e all'Università di Firenze ha direttore del laboratorio “Advanced Communication” (progetto Nemech); per l’Ordine dei Giornalisti organizza corsi di aggiornalemnto sul tema della privacy. Come Amministratore Unico dell'agenzia di comunicazione ACT!, premiata nel 2005 dalla Regione Lazio come "Migliore impresa creativa", ha vinto il premio DONNAèWEB del Premio Web Italia patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Ministero per l'innovazione e le tecnologie per aver creato il miglior sito dell'anno, per l’ideazione del primo Cultural Brand italiano e per avere fondato la prima galleria d'arte contemporanea digitale italiana. Tra le sue pubblicazioni, saggi e romanzi con Giunti, Rizzoli, DeA, Rai Eri, etc. Nel team TGH è entrata grazie alla passione per i viaggi: anche per lei viaggiare è la forma più profonda di conoscenza della vita e la via più diretta al contatto autentico con le proprie emozioni. Creatrice del TGH Pink Shot, il suo obiettivo segreto è alzare la temperatura emotiva di tutto il progetto.

 

Condividi questo articolo